Tapis roulant per dimagrire: Ecco come usarlo

Il tapis roulant è la scelta ideale per dimagrire. Consente infatti di camminare o di correre, proprio come si avrebbe modo di fare all’aria aperta, direttamente tra le quattro mura domestiche. Che fuori piova o ci sia il sole, non ha alcuna importanza insomma! Si ha sempre modo di allenarsi, così da essere costanti e da riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati senza grandi difficoltà. Il bello del tapis roulant poi è che è possibile mantenersi sempre concentrati, dato che si ha a disposizione un piano di appoggio, che non è necessario prestare attenzione al terreno, che non è necessario controllare che non arrivino macchine e simili. Ci sono però alcuni piccoli accorgimenti che è bene seguire, se si desidera perdere peso in modo performante. Vieni a scoprirli insieme a noi!

Frequenza di allenamento

Come abbiamo poco fa avuto modo di osservare, il tapis roulant consente di essere costanti nell’allenamento. Chi va a correre all’aperto potrebbe trovare la scusa della pioggia o del freddo per non allenarsi, tutte scuse che invece con il tapis roulant non possono essere fatte scendere in campo! Questo è un bene, perché la costanza è fondamentale per riuscire a perdere peso e per fare in modo che il proprio metabolismo possa risvegliarsi, diventare veloce, bruciare in fretta grassi e calorie.

Sì, la costanza è importante, ma quante volte è bene cercare di allenarsi alla settimana e per quanto tempo? È bene allenarsi almeno 3 volte alla settimana, facendo in modo che ogni corsa sul tapis roulant abbia una durata minima di 30 minuti.

Allenamento graduale

Non c’è bisogno di allenarsi in modo intensivo sin dalle prime sessioni di corsa sul tapis roulant. Questo è anzi del tutto controproducente, soprattutto per le persone che non sono affatto allenate. Con un allenamento intensivo infatti c’è il rischio di farsi male o comunque di incorrere in dolori muscolari che possono far desistere dal continuare ad allenarsi. Dato che la costanza nell’allenamento è importante, è bene evitare tutto questo. Meglio quindi partire con allenamenti brevi e leggeri, per poi andare via via ad intensificarli con il passare del tempo.

Durante la prima settimana di allenamento, è preferibile effettuare un po’ di camminata veloce, impostando la velocità del tappeto al massimo a 6,5 km/h. Dalla seconda settimana è possibile aumentare la velocità al di sopra dei 6,5 km/h, in modo da iniziare a correre a tutti gli effetti. A partire dalla seconda settimana è anche possibile iniziare ad aumentare l’inclinazione della pedana, in modo estremamente graduale. In questa prima fase è bene effettuare 30 minuti di allenamento al massimo, in modo da non sovraccaricare i muscoli. Ovviamente è possibile alternare la camminata veloce alla corsa, 3 minuti e 3 minuti ad esempio.

A partire dalle terza settimana di allenamento in poi è possibile iniziare ad aumentare con gradualità la durata dell’allenamento, con un incremento di 5 minuti. È anche possibile aumentare leggermente la velocità. Ma attenzione, questi incrementi devono essere effettuati prestando sempre attenzione alla propria frequenza cardiaca. Affinché sia possibile effettuare un allenamento che possa dirsi performante e perdere peso, senza per questo incorrere in alcun tipo di problema, sarebbe bene far sì che la propria frequenza cardiaca massima sia del 60-70%. Per controllare la frequenza cardiaca è possibile utilizzare i sensori integrati presenti in molti tapis roulant oppure acquistare un apposito cardiofrequenzimetro.

Per entrare maggiormente nel dettaglio, di seguito abbiamo stilato una tabella dove si può vedere il numero di calorie bruciate durante un allenamento in base al tempo e alla velocità della corsa (in Km/h).

Tempo(Km/h)Calorie bruciate
00:00 – 5:004.520
5:00 – 6:005.57
6:00 – 8:006.016
8:00 – 9:005.57
9:00 – 11:006.518
11:00 – 12:005.57
12:00 – 14:006.016
14:00 – 15:005.57
15:00 – 17:006.518
17:00 – 18:005.57
18:00 – 20:006.016
20:00 – 21:005.57
21:00 – 23:006.518
23:00 – 24:005.57
24:00 – 26:006.016
26:00 – 31:004.520

Tapis roulant per dimagrire: meglio elettrico o magnetico?

I tapis roulant disponibili in commercio possono essere suddivisi in due grandi categorie, elettrici e magnetici. Cerchiamo di capire quale tra queste due versioni è preferibile scegliere per dimagrire in modo efficace.

Il tapis roulant magnetico non è in possesso di un motore. Proprio per questo motivo la velocità dipende esclusivamente dall’utente, che può modularla in base alle proprie specifiche esigenze. Si tratta di un tapis roulant che non è adatto per la corsa, ma esclusivamente per la camminata veloce, e proprio per questo motivo non consente di bruciare chissà quante calorie e grassi. Non stiamo dicendo che non sia efficace, ma è adatto per chi non ha molti chili in eccesso da smaltire e per chi non ha fretta di raggiungere questo obiettivo. È una buona scelta anche per coloro che non possono correre e fare allenamenti intensivi a causa di problemi di salute, acciacchi, dolori. Pensiamo, ad esempio, alle persone anziane o a coloro che hanno da poco subito un intervento chirurgico e sono ancora in convalescenza.

Il tapis roulant elettrico è invece in possesso di un motore che rende possibile far scorrere il nastro in modo del tutto autonomo dall’utente, ovviamente impostando la velocità di corsa preferita. L’utente deve quindi sforzarsi quanto più possibile per stare dietro alla velocità del nastro e deve mantenersi sempre concentrato, cose queste che favoriscono lo smaltimento di grassi e calorie. Tra i due modelli quindi, è ovvio che il tapis roulant elettrico sia la scelta in assoluto migliore.

Stile di vita attivo e una dieta sana

Seguendo le indicazioni che abbiamo sopra fornito, è possibile dimagrire in modo semplice e veloce grazie al tapis roulant. È del tutto sbagliato però credere che la sola attività fisica possa comportare un’eccellente perdita di peso. È importante infatti anche prestare attenzione al proprio stile di vita, cercando di renderlo quanto più attivo possibile. Che cosa significa? Significa evitare di prendere sempre l’auto per i propri spostamenti quotidiani, e prediligere invece quando possibile la bicicletta oppure gli spostamenti a piedi. Significa evitare di prendere sempre l’ascensore, ma utilizzare le scale. Significa non starsene a sedere sul divano durante il proprio tempo libero, ma andare a passeggiare.

Non solo, è importante anche seguire un’alimentazione che possa dirsi sana e leggera. Frutta, verdura, legumi, cereali integrali devono assolutamente essere presenti nella propria alimentazione così come la carne bianca e il pesce, meglio se azzurro. Tutti gli alimenti con un eccesso di zuccheri o di grassi devono invece essere banditi. Importante prestare attenzione ai condimenti, che non devono mai essere eccessivi, ed è meglio prediligere metodi di cottura light come la cottura alla piastra oppure al vapore.

Per far sì che la propria dieta sia equilibrata, adatta alla perdita di peso che è necessario sostenere ma anche alla propria routine quotidiana, è preferibile ovviamente fare affidamento su un nutrizionista. Il nutrizionista è infatti una figura professionale specializzata che aiuta a redigere diete personalizzate, create su misura per ogni individuo.

Migliori tapis roulant per dimagrire

2 commenti su “Tapis roulant per dimagrire: Ecco come usarlo”

    • Buongiorno Irene. Ci sono diversi modelli pieghevoli che offrono la possibilità di inclinare la pedana, dipende più che altro dal budget che ha a disposizione. Il modello pieghevole più economico che permette di regolare la pendenza (manualmente) è il YM TAP 100 APP. Se invece è alla ricerca di un modello professionale e quindi anche più costoso, le consiglio lo Sportstech F37.
      Rimango a disposizione per eventuali consigli o chiarimenti. Mi faccia sapere! buona giornata

      Rispondi

Lascia un commento